MundinaeLa parola ‪‎nundinae trae origine da un passato molto antico. Difatti i romani utilizzavano un calendario in cui ogni giorno era contrassegnato da una lettera che andava dalla A alla H. E questo gruppo di 8 giorni veniva chiamato NUNDINÆ.

Il Centro Studi e Ricerca NUNDINÆ, oggi guidato abilmente dal direttore artistico ‪‎Raffaella Lorusso, dispone di circa 300 figuranti in abiti medievali realizzati con ricerche effettuate su iconografie originali del XIII secolo. La predetta associazione organizza il Raduno Internazionale dei Cortei Storici in ‪Gravina in Puglia: la città della rievocazione storica. La storia va in scena, dall’età di mezzo (MEDIO ÆVO) al XVIII secolo in due weekend dedicati. Si parte sabato 12 settembre con l’inaugurazione dell’evento rievocativo e domenica 13 p.v. con escursioni guidate nella Gravina sotterranea tra mistero e bellezza, per poi spostarsi nel ‪Castello Svevo tra settecento e musica. Nel secondo weekend si entra nel vivo con l’annuncio dell’investitura di conte Giovanni di Montfort, francese dei duchi di Borgogna, a signore di Gravina nonché dell’arrivo di sua maestà Re Carlo II D’Angiò. Sabato 19 p.v. il ‪LIVING HISTORY (ovvero la ricostruzione attenta e fedele degli ambienti storici) fa da padrona: spazio alla didattica a cura della Compagnia D’Arme ‪‎Stratos di Bari, alla esibizione armata de Compagnia d’Armi Rinascimentale della Stella e tanto altro. La rassegna rievocativa si conclude domenica 20 settembre ed ospiterà i maggiori gruppi storici (tra cui Timpanisti Nicolaus Barium e Pistonieri Santa Maria del Rovo) provenienti da tutta Italia, dando così vita alla ‪#‎rievocazionediqualità. Insomma, lo spettacolo puro, dall’età di mezzo al XVIII secolo, va in scena nella suggestiva Gravina in Puglia.